colpatv - Ortopedia dello Sport del prof. Luigi Gatta.

ORTOPEDIA DELLO SPORT
Vai ai contenuti

Menu principale:

pagine derivate

Per colpa della TV i bambini sono sempre meno forti.
da Sanità News del 24/5/2011.


I bambini di oggi sono molto piu' deboli fisicamente rispetto ai loro coetanei di 10 anni fa.

Lo ha scoperto uno studio pubblicato dalla rivista Acta Pediatrica, secondo cui questa generazione ha un quarto in meno della forza di quella che l'ha preceduta, anche a parita' di indice di massa corporea.

I ricercatori britannici della Essex university hanno studiato 315 bimbi che nel 2008 avevano 10 anni, paragonandoli ad altrettanti coetanei del 1998 con lo stesso indice di massa corporea.

Il risultato e' stato che la forza nelle braccia dei bimbi moderni e' scesa del 26%, mentre la capacita' di afferrare oggetti del 7%.

Inoltre il numero di bambini incapaci di sollevare il proprio peso corporeo e' raddoppiato dal 5 al 10%: "Questo e' dovuto probabilmente ai cambiamenti nelle attivita' fra i bambini - spiega Gavin Sandercock, uno degli autori - che oggi non scalano gli alberi e non fanno esercizi neanche a scuola.

Il fatto che il 10% dei soggetti che abbiamo studiato non era in grado di arrampicarsi su un muro e un altro 10% rifiutasse di provare a farlo e' veramente scioccante".

Secondo gli esperti la maggiore debolezza e' dovuta sia al fatto che i bambini passano sempre piu' tempo davanti alla tv o al computer sia alla maggiore apprensivita' dei genitori, che impediscono attivita' considerate 'pericolose'.


(n.d.r. by L.G.: un pò ce lo aspettavamo; i dati rispecchiano la realtà sociale delle giovani famiglie italiane, sempre piu alle prese con difficoltà organizzative e pianficative che i comuni e la scuola non contribuiscono a risolvere.

Intendiamoci, sappiamo bene delle difficoltà di bilancio che attraversiamo, ma disinvestire nell'attività fisica pubblica, comporta, inevitabilmente, delle ricadute negative sullo stato di salute presente e futuro di questa generazione e purtroppo non solo di questa.)  

Ortopedia dello Sport © 2010/2017
Torna ai contenuti | Torna al menu