dimagrirediversodaesseremagri - Ortopedia dello Sport del prof. Luigi Gatta.

ORTOPEDIA DELLO SPORT
Vai ai contenuti

Menu principale:

pagine derivate

Dimagrire è diverso dal rimanere magri

da Newsletter Nutrizione SIMG Settembre 2011 Fonte: Practices associated with weight loss versus weight-loss maintenance results of a national survey. CN, Kiernan M, Rolls BJ, Boan J, Stuckey H, Kephart D, Miller CK, Jensen G, Hartmann TJ, Loken E, Hwang KO, Williams RJ, Clark MA, Schubart  JR, Nezu  AM, Lehman E, Dellasega C. J Prev Med. 2011 Aug;41(2):159-66.



Pochi studi hanno paragonato le strategie per perdere peso e quelle per rimanere magri.

Una ricerca, pubblicata  sull'American Journal of Preventive Medicine, ha affrontato proprio questo aspetto, svolgendo un'indagine su 1165 adulti negli Stati Uniti per verificare l'efficacia di 36 pratiche di controllo del peso, rispetto alla perdita di peso (≥10% perso  nell'ultimo anno) e al mantenimento del calo ponderale (≥10% perso e mantenuto per ≥1 anno).

Su 36 tecniche, solo 8 (il 22%) erano associate sia con la perdita di peso sia con il suo mantenimento, mentre in generale non c'era corrispondenza tra i set di strategie adottati.

Per esempio, chi seguiva un intenso programma di attività  fisica o consumava cibi proteici a basso contenuto di grassi aveva una probabilità, rispettivamente, 1,97 e 1,76 volte più alta di conseguire il mantenimento della perdita di peso, ma non la perdita di peso stessa.

Al contrario, chi faceva differenti  tipi di esercizio più spesso o pianificava i pasti in anticipo aveva una probabilità 2,56 volte più alta di riportare una perdita di peso ma non il suo mantenimento.

Sembra quindi che il successo del dimagrimento e del suo mantenimento richieda due differenti set di tecniche.

Tener conto di questo risultato potrebbe condurre a delineare programmi di mantenimento più efficaci.


Ortopedia dello Sport © 2010/2017
Torna ai contenuti | Torna al menu