formula1 - Ortopedia dello Sport del prof. Luigi Gatta.

ORTOPEDIA DELLO SPORT
Vai ai contenuti

Menu principale:

pagine derivate

Formula 1, in pista evitando doping e radiazioni

A pochi giorni dal Gran Premio di Cina, il ferrarista Fernando Alonso segue una dieta rigorosa, a base di riso bollito nell'acqua minerale e barrette proteiche.

Il motivo di questa alimentazione è dettato dalla prudenza: un modo per difendersi da eventuali cibi contaminati da radiazioni, anche se in Cina non si sono registrati effetti per il disastro nucleare giapponese.

Ma soprattutto dietro questa dieta c' è un avviso lanciato dall'Associazione sportivi di Spagna: nei giorni scorsi ha fatto sapere che la carne mangiata fuori dalla Comunità Europea potrebbe contenere sostanze usate per far gonfiare gli animali.

Anabolizzanti che potrebbero essere rilevati nei controlli antidoping. Meglio non correre rischi di squalifiche, ha pensato dunque il pilota.

E intanto in Italia continuano le indagini dei Nas per sradicare il problema del doping, avvertito soprattutto nel mondo del ciclismo.

Federciclismo, dal canto suo, ha proposto un inasprimento delle pene: raddoppio della pena minima, da due a quattro anni, radiazione in caso di recidiva, e divieto agli ex professionisti condannati per doping di diventare direttori sportivi.

Le decisioni spettano al prossimo consiglio federale.

(da edott del 15/4/2011)

Ortopedia dello Sport © 2010/2017
Torna ai contenuti | Torna al menu