lombalgia - Ortopedia dello Sport del prof. Luigi Gatta.

ORTOPEDIA DELLO SPORT
Vai ai contenuti
pagine derivate

Lombalgia, dare consigli al paziente incide a lungo sugli outcome.
09 dicembre 2013 -

Ortopedia

I medici, nel discutere con i propri pazienti sofferenti di lombalgia, hanno un notevole influsso sulle loro attitudini e le loro convinzioni circa il disturbo, e tale opportunità va sfruttata per agire in modo positivo su di loro.

Lo rivela uno studio neozelandese, svolto da un’équipe guidata da Ben Darlow, dell’università di Otago, a Wellington. 4

«Finora si sono studiate le situazioni, le attività e le strutture anatomiche che le persone ritengono responsabili del dolore, ma non si è analizzato come e perché si siano formati tali convincimenti» afferma Darlow.

I partecipanti con lombalgia acuta, rispetto agli altri, hanno manifestato notevole insicurezza e, di conseguenza, hanno cercato più spesso informazioni, su Internet o presso i familiari; in ogni caso i professionisti della salute hanno mantenuto l’influsso più forte sulle loro attitudini e le loro convinzioni.

In particolare è stato riferito che i medici avevano aiutato a capire l’origine e il significato dei sintomi, oltre ad aver fornito stime prognostiche.

Tali nozioni - soprattutto le indicazioni su ciò che si deve o non si deve fare - hanno continuato a influenzare per anni i comportamenti dei pazienti.

Per questo, concludono gli autori, i clinici possono offrire anche un’importante opera di rassicurazione, utile ad accrescere la fiducia, e dare consigli che possono indirizzare meglio l’approccio al movimento e all’attività.

Ann Fam Med, 2013;11(6):527-34.
Doctornews 20 novembre

Ortopedia dello Sport © 2010/2017
Torna ai contenuti